Il più bel mare del mondo

La nostra top 10 mare
 
esplora l'isolaguarda tutte le foto

Forse siamo di parte, forse abbiamo visto troppo poco del mondo per poter dare un giudizio così netto, ma per quello che sappiamo, per tutto il bello che finora è capitato sotto i nostri occhi, sembra davvero che in Sardegna ci sia il mare più bello del mondo (dai, un po’ di campanilismo concedetecelo!).

Ogni angolo dell’isola ha le sue caratteristiche. Se decidete di girare la Sardegna siamo sicuri che troverete la spiaggia più adatta alle vostre esigenze: sabbia bianca, sabbia fine, sabbia di quarzo, acqua bassa, mare aperto, calette, fondali rocciosi… ce n’è per tutti i gusti!

La nostra personalissima classifica cerca di mettere ordine fra tutti i posti in cui siamo stati e tiene conto di alcuni indicatori fondamentali: oltre alla bellezza in sé della spiaggia, la raggiungibilità del luogo e la “comodità” (noi non amiamo le spiagge troppo rumorose e affollate e preferiamo la sabbia alle rocce). Nell’ordinarle abbiamo cercato di rispondere alla domanda: dove vale la pena trascorrere una giornata di mare?

L’avvertenza numero uno che si sentiamo di fare, però, è che moltissime spiagge in Sardegna sono abbastanza “selvagge“. Per noi è un pregio, ma è bene essere consapevoli del fatto che questo significa che anche comprare una bottiglietta d’acqua può diventare complicato se non impossibile. Nell’elenco a seguire cercheremo di fornire una descrizione quanto più esaustiva possibile in modo che siate preparati a tutto!

1. Tuerredda – Teulada, Sardegna costa Sud

Un vero e proprio angolo di paradiso. La bellezza di Tueredda non si può raccontare: bisogna vederla. Io ricordo ancora la prima volta che la vidi perché fu amore a prima vista. Pensai di non essere mai stata in un posto così bello e ancora oggi confermo la stessa idea ogni volta che ci metto piede. Raggiungere la spiaggia è facilissimo. Ci sono tre parcheggi nelle immediate vicinanza della spiaggia e i prezzi per la sosta sono medio-alti. Sull’arenile troverete alcuni chioschi nei quali è possibile affittare lettini e ombrelloni (nei periodi di maggiore affluenza è consigliabile prenotare se non si vuole arrivare all’alba per accaparrarsene uno). La spiaggia libera non è grandissima e sono tanti i bagnanti che la scelgono, specialmente nel weekend. Il consiglio è di arrivare non troppo tardi!

2. Scivu – Arbus, Sardegna costa Ovest

Costa verde è sinonimo di natura incontaminata. Amiamo moltissimo questa spiaggia (e anche quella di Piscinas, nelle vicinanze), un po’ per ragioni affettive (soprattutto per Nico che è nato da queste parti) un po’ perché la sua bellezza è notevole. Scivu in particolare è davvero da vedere, anche se raggiungerla non è semplicissimo. La spiaggia è molto ampia – tre chilometri di dune di sabbia – e quasi sempre poco affollata. Non ci sono servizi negli immediati dintorni. Raccomandiamo cautela, soprattutto quando il mare è mosso, cioè quasi sempre. La spiaggia è sicuramente interessante per gli amanti del surf, ma le correnti della zona rendono il mare moderatamente pericoloso: meglio evitare di fare il bagno se le condizioni non sono ottimali.

3. Coticcio – Caprera, Sardegna costa Nord

Cala Coticcio è a nostro parere la più bella spiaggia dell’arcipelago de La Maddalena  (se volete una classifica ristretta alle spiagge del solo arcipelago potete leggere qua!). L’acqua limpida e cristallina che si trova in questa bellissima spiaggia immersa nella natura non ha eguali. Certo, raggiungerla a piedi è un po’ faticoso (presto scriveremo un post con tutti i dettagli sul sentiero da percorrere e i consigli per affrontare al meglio il vostro trekking; ma potete sempre pensare di arrivarci comodamente in barca). Quando farete il bagno capirete che la fatica valeva assolutamente la pena. Trattandosi di una spiaggia super incontaminata non ci sono servizi nell’arco di tutto il tragitto, scegliere Coticcio significa staccare completamente dal mondo. A farvi compagnia ci saranno solo un po’ di vespe. E se scegliete di andarci ad agosto anche tanti bagnanti.

4. Cala Goloritzé – Baunei, Sardegna costa Est

Per gli amanti del trekking cala Goloritzé è un’ottima scelta. La discesa non è troppo impegnativa, ma il percorso non è brevissimo: si impiega circa un’ora a scendere e un’ora e mezzo a risalire (l’alternativa è sempre quella di raggiungere la cala in barca). La bellezza della spiaggia e del mare colpisce dritta al cuore. Si ha la sensazione di essere “in mezzo al nulla”… e in effetti non è solo una sensazione. Dimenticatevi qualsiasi tipo di servizio, da queste parti potrete ammirare solo meravigliosa natura. Le alte pareti rocciose e il mare cristallino sono un incanto.

5. La Pelosa – Stintino, Sardegna costa Nord

La spiaggia de La Pelosa di Stintono si trova all’estremo Nord-Ovest dell’isola. Si tratta di una spiaggia meravigliosa, con una bellissima sabbia bianca e acqua bassissima. Un vero paradiso dal sapore tropicale. Ci sono però due problemi: il parcheggio è abbastanza caro e, soprattutto ad agosto, la spiaggia – molto piccola – è un vero e proprio carnaio. Difficile godere fino in fondo della sue bellezza se si sceglie la giornata sbagliata!

6. Costa Rei – Muravera, Sardegna costa Est

La nostra preferita è Piscina Rei, anche se quando si parla di Costa Rei la prima cosa a cui si pensa è lo scoglio di Peppino. Si tratta di un litorale immenso, con un mare di un bellissimo azzurro. Veniamo spessissimo da queste parti perché pur essendo una spiaggia molto bella si trova sempre spazio a sufficienza per stare comodi. La spiaggia è servita da più chioschi e non si paga il parcheggio!

7. Is Arutas/Mari Ermi – Cabras, Oristano, Sardegna costa Ovest

La caratteristica di queste spiagge (vicinissime) è la meravigliosa distesa di granelli di quarzo al posto della sabbia. L’acqua è quasi sempre gelida e abbastanza profonda; nelle belle giornate estive assume un colore meraviglioso. Per preservare questo gioiello della natura è bene seguire alcune norme di comportamento: accedere alla spiaggia solo con le ciabatte e non con le scarpe, scuotere bene gli asciugamani e naturalmente non rimuovere la “sabbia” (è un reato per cui esistono multe salate).

8. Punta Molentis – Villasimius, Sardegna costa Sud

La spiaggia di punta Molentis (nella foto sopra) è una piccola e bellissima spiaggia della zona di Villasimius. Tendenzialmente è molto affollata, anche a causa delle ridotte dimensioni. Nonostante l’accesso alla spiaggia sia limitato – i posti auto nel parcheggio, a pagamento, non sono tantissimi – nei periodi di maggiore affluenza se non si arriva presto si rischia comunque di non trovare posto sulla spiaggia: a noi è capitato di dover stendere il telo (non del tutto, perché sarebbe stato materialmente impossibile) praticamente sopra quello dei nostri vicini. Per quanto la cornice sia bellissima, a luglio e agosto il gioco rischia di non valere la candela.

9. Cala Brandinchi – San Teodoro, Sardegna costa Est

Bellissima. Un vero e proprio paradiso caraibico. Quasi di fronte all’isola di Tavolara, la spiaggia di cala Brandinchi si trova all’interno di un’area protetta. Il parcheggio è un salasso, ciononostante la spiaggia è sempre colma e anche qua sussistono spesso problemi di spazio. Ma se alloggiate da queste parti è davvero una delle più belle in cui passare la giornata.

Stilare una classifica è stato veramente difficile, soprattutto quando siamo arrivati al punto di decidere a chi spettasse l’onore di chiuderla. Sul decimo posto abbiamo avuto moltissima indecisione, dunque vi proponiamo…cinque soluzioni diverse! Lo sappiamo, stiamo barando. Ma non riuscivamo davvero a venirne fuori!

 

10a. Cala Domestica – Bugerru, Sardegna costa Ovest

Una piccola cala incorniciata da alte falesie. Cala Domestica è una meraviglia della natura, ma acquista ancora più fascino se si considera il fatto che si tratta anche di un piccolo museo a cielo aperto nel quale sono conservati resti di magazzini e gallerie scavate dai minatori. Volgendo lo sguardo in alto si può ammirare la torre spagnola. La spiaggia è dotata di un ampio parcheggio. L’unico “inconveniente” è che in questa zona si incontrano spesso molte meduse. Bellissime da vedere, se non si ha paura di qualche puntura.

10b. Porto Pino – Teulada, Sardegna costa Sud

Le dune di sabbia bianchissima sono la caratteristica della spiaggia di porto Pino. Quando arrivate qua non dovete sbagliare: non fermatevi nella prima spiaggia, proseguite oltre lo stagno per arrivare alle Dune. Se soffia il vento il mare non è sempre eccezionale, ma la spiaggia merita sempre di essere vista! (Come recitano i numerosi cartelli è vietato salire sulle dune)

10c. Porto Giunco – Villasimius, Sardegna costa Sud

Acqua bassa, mare chiaro, sabbia fine. Lo scenario di porto Giunco non vi deluderà. Un lembo sottile di spiaggia bianca separa il mare cristallino dallo stagno. Uno spettacolo! Ci capita più raramente di venire da queste parti nonostante la distanza da Cagliari non sia maggiore rispetto alla costa di Muravera che di norma preferiamo. Ma è una delle nostre spiagge preferite.

10d. Cala Corsara – Isola di Spargi, Sardegna costa Nord

A cala Corsara si può arrivare solo in barca. L’isola di Spargi è una delle più belle dell’arcipelago de La Maddalena e quando abbiamo avuto l’occasione di visitare questa cala ne siamo rimasti davvero colpiti: sembrava di essere in un’incantevole piscina. Anche qua il punto forte è la natura incontaminata: non aspettatevi di noleggiare sdraio e ombrellone.

10e. Solanas – Sinnai, Sardegna costa Sud

La spiaggia di Solanas è la nostra spiaggia della domenica, quando vogliamo affrontare un viaggio un po’ più breve. Un litorale ampio caratterizzato da sabbia dorata. L’acqua è abbastanza profonda, ma con la giusta cautela a nostro parere risulta comunque una spiaggia adatta anche alle famiglie. Il parcheggio è gratuito e si trova quasi sempre con facilità.

Accesso alla spiaggia di Mari Ermi

Ultimi post

Lasciati ispirare, dai un’occhiata ai nostri aggiornamenti

Sette giorni a Cagliari

  È probabile che un'intera settimana a Cagliari sia sufficiente a farvi venire voglia di restarci per sempre! A nostro parere sette giorni sono un tempo ottimo per visitare la città: riuscirete a tenere un ritmo abbastanza rilassato e vedere "tutto" quello che c'è da...

Cinque giorni a Cagliari

Per chi si ferma in città cinque giorni si possono prevedere ritmi più rilassati rispetto alla visita in soli tre giorni (leggi qua), ma non completamente slow come nella visita da sette (leggi qua). Abbiamo costruito un itinerario più variegato, con qualche aggiunta...

Tre giorni a Cagliari

Avete appena programmato la vostra vacanza a Cagliari e vi state chiedendo come trascorrere le giornate nel capoluogo sardo? Siete nel posto giusto, abbiamo un po' di consigli per voi. Cagliari è una città dalle dimensioni abbastanza contenute, dunque alcuni giorni...

Non perdere neanche un istante!

Seguici sui nostri canali Facebook, Instagram e Youtube per non perdere neanche un post, un video o una foto dei nostri viaggi!

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This