Le più belle spiagge dell'arcipelago

La Maddalena
 

Una classifica impossibile!

 
Non è raro che gli amici che hanno in programma una vacanza a La Maddalena ci chiedano dove consigliamo di andare. Poiché si tratta di una destinazione abbastanza costosa capita spesso che ci si vada solo per un weekend (o addirittura in giornata). Cosa non si può non vedere? Qual è la spiaggia più bella in assoluto? Sono domande difficilissime. È un po’ come chiedere a un bambino a quale dei suoi genitori voglia più bene. La nostra personale classifica tiene conto dunque di una serie di criteri generali: oltre alla bellezza in sé, la raggiungibilità (fermo restando che se volete garantirvi degli “agevoli” spostamenti non potrete fare affidamento solo sulle vostre gambe).

Ci sono spiagge che sono più belle al mattino presto, altre che danno il meglio al pomeriggio se non al tramonto. Il nostro consiglio, soprattutto se non avete molto tempo, è quello di cambiare sito nel corso della giornata. Noi abbiamo quasi sempre fatto così, ad eccezione di qualche sporadica giornata in cui abbiamo mangiato in spiaggia. Le ragioni sono dettate dal fatto che alloggiamo in un piccolo appartamento, dunque molto spesso preferiamo mangiare a casa, fare un pisolino e poi tornare al mare fino a tardi. Ma se avete poco tempo può essere una strategia per vedere quanti più posti.

Spostamenti

Noi abbiamo sempre portato la macchina, ma è doveroso sottolineare che quando l’isola è particolarmente affollata (ad agosto soprattutto) guidare non è esattamente semplice.

I parcheggi sono pochi e, sebbene le multe fiocchino, la maggioranza dei turisti ignora i cartelli di divieto di sosta lasciando le auto sulla carreggiata e complicando la vita a chi cerca di andare e venire da Caprera.

La cosa migliore, probabilmente, è noleggiare uno scooter o le biciclette elettriche (a Caprera soprattutto non mancano le salite). Un’altra alternativa è servirsi dei mezzi pubblici: un piccolo bus fa alcune fermate a Caprera, ma noi non ce ne siamo mai serviti. Pare che il comune di La Maddalena stia cercando di implementare il servizio per limitare l’accesso alle auto a Caprera.

A settembre non abbiamo mai avuto problemi nel cercare parcheggio o nel trovare posto in spiaggia. Ad agosto la ressa è ovunque: in strada, sulle spiagge, al supermercato. Ma tutto sommato non abbiamo mai avuto difficoltà nel fare quello che desideravamo, complice la sveglia presto al mattino (che permette di godere di un bellissimo spettacolo, soprattutto in certe spiagge).

Top 10 (raggiungibili in auto o a piedi)

1. Cala Coticcio, Caprera

La chiamano Tahiti e un motivo probabilmente ci sarà. La bellezza di questa spiaggia è indescrivibile. L’acqua è di un azzurro-verde irreale, sembra davvero di stare in una piscina. Le rocce incorniciano la piccola spiaggia di sabbia fine e le regalano un fascino che la rende, in assoluto, la nostra preferita. Nel corso degli anni è diventata abbastanza famosa e frequentata, ma ci teniamo a ricordare che si tratta di un sito a tutela integrale che richiede un certo rispetto e alcuni accorgimenti per trascorrere una serena giornata. Map

2. Baia Trinita, La Maddalena

A nord-ovest dell’Isola, con lo sguardo puntato al mare aperto. Il colore dell’acqua è meraviglioso, la sabbia bianca fine, le “montagne” alla spalle della spiaggia. È tutto meraviglioso. Come la maggior parte delle spiagge di Maddalena è servita da un chiosco  Map

3. Cala Andreani, spiaggia di Punta Rossa, Caprera

Restituita ai bagnanti dopo la parziale smilitarizzazione dell’isola, la spiaggia di Punta Rossa è una piccola cala, poco distante dalla più famosa spiaggia del Relitto. La spiaggia non è molto grande, ma è possibile disporsi su tutta una “collinetta”. Consigliamo un bagno nel pomeriggio. Map

4. Cala Francese, La Maddalena

Non merita il quarto posto, ma nel difficile tentativo di dare un ordine è qua che si trova uno dei posti più belli in cui potrete andare. La cala è molto bella, chiusa fra le rocce in una piccola insenatura. C’è un molo diroccato particolarmente suggestivo dal quale ci si può tuffare e una bellissima chiesetta sulla scogliera, a protezione dei naviganti. Map

5. Cala Napoletana, Caprera

Il sentiero per cala Napoletana è abbastanza agevole (più semplice e un po’ più breve di quello per Coticcio). Sul versante occidentale dell’isola di Caprera, la discesa per Napoletana è molto affascinante e vi permetterà di godere di un fantastico panorama. L’acqua è di un blu stupendo. Map

6. Spiaggia del Relitto, Caprera

La caratteristica, che dà il nome alla spiaggia, è il “relitto” che, a seconda dell’altezza della marea, è visibile sul bagnasciuga. La cala è piccola ed è molto bella al mattino presto e al tramonto. Nelle ore intermedie l’acqua tende a “intorbidirsi”. Map

7. Cala Serena, Caprera

Per chi ha voglia di un trekking semplice semplice cala Serena è il giusto compromesso. Il tragitto è interessante e si incontrano diverse piccole spiaggette nelle quali fare il bagno. L’acqua è cristallina, azzurrissima. La spiaggia, però, non è niente di speciale. Map

8. Spiaggia Testa del Polpo, La Maddalena

Il nome è dato dalla roccia più grande della spiaggia la quale ricorda proprio un polpo. La cornice è incantevole e raggiungere la spiaggia è facile e comodo. L’acqua è limpida, anche se il fondale non è tra i più belli dell’isola. Map

9. Monti d’a Rena, La Maddalena

La caratteristica montagna di sabbia vale una visita. Il mare non è il più bello che vedrete nella vostra vacanza, ma è comunque molto bello. La spiaggia è abbastanza grande, merce rara da queste parti! Map

10. Cala Brigantina, Caprera

Il trekking non è troppo impegnativo e la discesa nel verde abbastanza piacevole. Noi siamo stati in questa spiaggia a settembre ed era deserta (il che ovviamente l’ha resa assolutamente affascinante). L’acqua è quella di una piscina. Map

Chi è rimasta fuori?

Per quanto le isole non siano grandissime, le spiagge che potete visitare sono più di queste dieci. Non vogliamo dire che le altre opzioni siano meno belle, ma quelle che vi consigliamo sono in assoluto le nostre preferite.

Una menzione speciale la merita cala Portese – i Due Mari, che vi consigliamo soprattutto se cercate un po’ di comodità (la spiaggia è ampia ed è dotata di lettini). A Caprera, inoltre, è facilissima da raggiungere anche cala Garibaldi sulla quale un tempo si affacciava il Club Med. Le calette nelle quali potete fare il bagno a Caprera sono in realtà infinite (quasi ogni angolo è buono). Molte non hanno un vero e proprio nome, ma a nostro parere sono quasi tutte degli ex aequo. A La Maddalena, invece, non abbiamo nominato la famosissima spiaggia dello Spalmatore: è carina, ma si trova di meglio.

Qualche consiglio in più

Spazi ridotti

La maggior parte delle spiagge hanno dimensioni molto ridotte. Si tratta perlopiù di calette immerse nella natura. Questo le rende meravigliose, ma bisogna essere “preparati” all’esperienza. A nostro parere è inutile, salvo farsi odiare dal resto dei bagnanti, caricarsi eccessivamente per l’andata in spiaggia. Se è vero che chi prima arriva meglio alloggia, è altrettanto vero che l’educazione vuole che ci si adegui rispettosamente alla situazione. Occupate lo spazio necessario e ricordatevi che giocare a pallone sopra i vicini di ombrelloni non è raccomandato in un’oasi di pace.

Vacanza comoda

A Caprera troverete spiagge incontaminate e selvagge, nella maggioranza dei casi senza servizi (i chioschi si contano sulle dita di una mano). Cala Portese, meglio nota come “i Due Mari” (la piccola stradina taglia proprio il mare, cala Portese è sul versante est), può essere una buona soluzione per chi cerca un po’ di comodità in più. La spiaggia si trova a pochi passi dalla fermata del bus, è abbastanza grande, dotata di chiosco e lettini in affitto. L’acqua non è molto alta e questo rende la spiaggia particolarmente adatta alle famiglie con bambini.

Insetti & animali

Che bella la natura… finché non arrivano gli insetti. Spiagge selvagge sono sinonimo, ahimè, di api e vespe. Noi non abbiamo mai avuto problemi, ma bisogna prestare un po’ di attenzione. Le zanzare abbondano e sono fameliche (meglio fare scorta di repellenti). Nelle vostre nuotate vedrete invece tantissimi pesci e non infrequentemente qualche riccio (io preferisco non fare il bagno a piedi nudi, onde evitare spiacevoli inconvenienti).

Giro delle isole in barca

Da buoni turisti abbiamo deciso anche noi di fare il classico giro delle isole in barca e non ce ne siamo minimamente pentiti. Da La Maddalena è possibile fare un “tour collettivo” su barche abbastanza grandi nelle quali viene servito anche il pranzo a bordo; oppure affittare un gommone (da soli o con conducente). Per i più romantici è possibile optare anche per un’escursione in barca a vela.

Ultimi post

Lasciati ispirare, dai un’occhiata ai nostri aggiornamenti

Sette giorni a Cagliari

  È probabile che un'intera settimana a Cagliari sia sufficiente a farvi venire voglia di restarci per sempre! A nostro parere sette giorni sono un tempo ottimo per visitare la città: riuscirete a tenere un ritmo abbastanza rilassato e vedere "tutto" quello che c'è da...

Cinque giorni a Cagliari

Per chi si ferma in città cinque giorni si possono prevedere ritmi più rilassati rispetto alla visita in soli tre giorni (leggi qua), ma non completamente slow come nella visita da sette (leggi qua). Abbiamo costruito un itinerario più variegato, con qualche aggiunta...

Tre giorni a Cagliari

Avete appena programmato la vostra vacanza a Cagliari e vi state chiedendo come trascorrere le giornate nel capoluogo sardo? Siete nel posto giusto, abbiamo un po' di consigli per voi. Cagliari è una città dalle dimensioni abbastanza contenute, dunque alcuni giorni...

Non perdere neanche un istante!

Seguici sui nostri canali Facebook, Instagram e Youtube per non perdere neanche un post, un video o una foto dei nostri viaggi!

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This