Cinque giorni a Venezia

Ottobre, 2017

 

Torna all'itinerario

Tornare a Venezia è sempre un piacere. Sarà scontato da dire, ma è davvero una delle più belle città d’Italia. O forse addirittura del mondo, motivo per cui chiunque dovrebbe passare di qua almeno una volta nella vita.

Sono stata a Venezia in cinque diverse occasioni e ogni volta mi sono trattenuta per non meno di cinque giorni (mediamente sette-dieci giorni), incredibilmente mai per carnevale.

L’atmosfera della città è veramente magica. Un perfetto scenario romantico (nel nostro ultimo viaggio abbiamo notato che la città è ormai presa d’assalto anche dalle coppie – provenienti da ogni parte del mondo – che la scelgono come location per i servizi fotografici matrimoniali).

Per contro bisogna ammettere che si tratta di una cartolina dove tutto sembra, inevitabilmente, anche un po’ “finto”. È impossibile non chiedersi quanti siano i veneziani che abitano in laguna tutto l’anno (e a giudicare dalla quantità di proposte su Airbnb c’è poco da essere ottimisti in proposito). Come abbiamo detto anche nell’itinerario anche noi abbiamo dovuto ricorrere a questa forma di alloggio a causa dei prezzi veramente alti delle strutture alberghiere, unita alla scarsa scelta al momento in cui abbiamo effettuato la prenotazione. Per Venezia non esiste la bassa stagione: ogni stanza è quasi sempre occupata dai turisti, dunque anche muovendosi per tempo è molto complicato trovare una soluzione pienamente soddisfacente.

Vacanze veneziane

Se si tratta della vostra prima volta a Venezia ci sono alcune tappe che, per quanto ben note, sono assolutamente imprescindibili (piazza San Marco e il Palazzo Ducale ovviamente). Ma la bellezza di Venezia si trova nella particolarità della sua architettura quindi buona parte dell’esperienza consiste nel girare tra le calli che sono veramente uniche.

Nonostante sia stata a Venezia tante volte non ho mai fatto un giro in gondola. Si tratta di un’esperienza cara, ma comunque non così inaccessibile come si pensi. Probabilmente poi può valerne la pena: la città vista dai canali deve essere ancora più incantevole. Ci siamo ripromessi di concederci un giretto la prossima volta.

Una tappa che invece ci sentiamo di consigliare è quella al Teatro La Fenice. Si tratta veramente di una bellissima struttura, noi siamo rimasti estasiati.

Giudecca

All’isola della Giudecca sorge un bellissimo museo, La Casa dei Tre Oci, il quale ospita sempre mostre molto interessanti. Vi consigliamo di dare uno sguardo al cartellone e di prevedere una sosta da queste parti, anche per ammirare Venezia da una prospettiva diversa.

Gli spostamenti in vaporetto sono un po’ snervanti e tendenzialmente non necessari per visitare la città. Peraltro si tratta di un mezzo di trasporto carissimo: noi abbiamo fatto un unico biglietto giornaliero ma solo perché eravamo interessati a raggiungere la Giudecca e visitare le isolette vicine. Per tutti gli altri giorni abbiamo girato esclusivamente a piedi: Venezia non è grandissima, anche se certamente dovete prepararvi a lunghe passeggiate (mediamente noi abbiamo percorso 18 chilometri al giorno).

 

Peggy Guggenheim Collection

Se amate l’arte contemporanea o se volete vedere un bel museo, carico di fascino, potete passare un’intera mattinata qua dentro, come abbiamo fatto noi.

Già dall’ingresso nel giardino vi renderete conto di essere in un posto di una bellezza rara. È incredibile pensare che prima di diventare un museo questo posto fosse una casa privata. Rimarrete a bocca aperta, ve lo assicuriamo.

Il museo espone la collezione personale di Peggy Guggenheim (con opere di Picasso, Duchamp, Klee, Kandinsky, Pollock giusto per darvi un’idea) nella bellissima cornice di Palazzo Venier dei Leoni, acquistato dalla Guggenheim alla fine degli anni Quaranta e sua dimora, appunto, per i successivi trent’anni.

Alla collezione permanente si aggiungono ovviamente mostre temporanee e altre opere. Noi abbiamo trovato un bellissimo allestimento e siamo stati ben felici della visita (il biglietto intero costa 15 euro).

Libreria Acqua Alta

Una visita imperdibile e molto più accessibile (completamente gratuita) è quella alla Libreria Acqua Alta. Tornare da queste parti è stato un vero piacere. La libreria è molto più che una semplice “libreria”. All’interno troverete una gondola piena di libri, volumi impilati in ogni angolo, tanti bellissimi gatti e una vista stupenda sul canale (dal quale appunto entra anche tanta acqua rendendo la libreria degna del suo nome). Curiosate tra gli scaffali alla ricerca di qualche bel libro su Venezia: ci sono tante bellissime edizioni che sanno di tempo e che rendono tutto un po’ più speciale. La libreria è molto famosa ed è abbastanza frequente incontrare turisti curiosi. Ciononostante, soprattutto se decidete di evitare le ore di punta, il “traffico” non è eccessivo e se siete fortunati potrete anche coccolare un micio!

Personalmente credo che per ammirare al meglio la città sia essenziale soggiornarci. Venezia è molto caotica, specie nelle ore centrali del giorno, quando orde di turisti la prendono letteralmente d’assalto (in alcune strade può risultare davvero difficile transitare). In maniera quasi surreale tutto quel trambusto cessa completamente quando inizia a fare sera, tanto che già dalle 21 sembra di stare in una città “fantasma”. Lo stesso succede la mattina presto. In questi momenti lo spettacolo è di una bellezza indescrivibile. Sentire solo il suono dei propri passi regala davvero l’illusione di trovarsi in un posto fuori dal tempo.

Ecco una piccola clip di piazza San Marco (quasi) vuota:

Ultimi post

Lasciati ispirare, dai un’occhiata ai nostri aggiornamenti

Venezia

Il nostro itinerario per cinque giorni prevede le visite ai siti più “famosi”, ma anche qualche suggerimento in più (compresi quelli su dove mangiare senza spendere una fortuna)

Sette giorni a Cagliari

  È probabile che un'intera settimana a Cagliari sia sufficiente a farvi venire voglia di restarci per sempre! A nostro parere sette giorni sono un tempo ottimo per visitare la città: riuscirete a tenere un ritmo abbastanza rilassato e vedere "tutto" quello che c'è da...

Cinque giorni a Cagliari

Per chi si ferma in città cinque giorni si possono prevedere ritmi più rilassati rispetto alla visita in soli tre giorni (leggi qua), ma non completamente slow come nella visita da sette (leggi qua). Abbiamo costruito un itinerario più variegato, con qualche aggiunta...

Non perdere neanche un istante!

Seguici sui nostri canali Facebook, Instagram e Youtube per non perdere neanche un post, un video o una foto dei nostri viaggi!

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This