Sintra, fiaba lusitana

Giugno, 2017
Torna all'itinerarioguarda tutte le foto

Sintra è un luogo magico. Non importa quanto il vostro soggiorno portoghese sarà lungo: se passate da Lisbona dovete mettere in conto una giornata a Sintra. La cittadina è graziosa, ma quanto di veramente speciale c’è lo riservano il parco e le sue molteplici attrattive.

La gita sarà certamente costosa (almeno rispetto agli standard portoghesi; per vedere tre/quattro siti spenderete circa 50 euro a testa, esclusi i costi di trasporto), ma vi assicuriamo che ne vale davvero la pena.

Buona parte delle informazioni utili possono essere reperite direttamente consultando il sito internet del parco, nel quale potete trovare tariffe ed orari aggiornati.

Apparentemente le distanze da coprire non sono eccessive, ma, facendo tesoro della precedente esperienza (ci ero già stata nel 2012) abbiamo pensato che affidarsi ai mezzi pubblici non fosse una buona idea per godere al meglio della giornata.

Se decidete di prendere il bus per spostarvi da un sito all’altro rischiate di vedere la metà di quello che avevate messo in conto e poiché potete fare i biglietti anche in un’unica soluzione, evitando di volta in volta di rifare la fila, è meglio avere a disposizione un mezzo di trasporto affidabile che vi consenta di recarvi in tutte i luoghi di vostro interesse.

Raggiungere Sintra

Di solito noi preferiamo non noleggiare l’auto in vacanza, dunque abbiamo deciso di affidarci a un driver che ha reso la nostra giornata di escursione veramente perfetta. Avevamo contattato Frederico di Lighthawk Tours tramite Facebook circa due settimane prima di partire (soprattutto in alta stagione è consigliabile), accordandoci per una data precisa durante il nostro soggiorno.

Siamo partiti da Lisbona (stazione Rossio) la mattina presto, servendoci della linea ferroviaria per Sintra (entrambe le stazioni sono capolinea, non potete sbagliare), acquistando per pochi euro il biglietto direttamente alle macchinette automatiche (è facilissimo).

La prima volta che acquistate un biglietto del treno regionale dovete comprare anche il cartão ricaricabile (costo 0,50 centesimi, validità un anno). Se non lo avete ancora è la macchinetta stessa a fornirvelo. Dentro potete caricare i biglietti che vi servono. Noi abbiamo potuto utilizzare nuovamente quella acquistata a Lisbona a Braga (discorso diverso, invece, per i treni a lunga percorrenza, i cui biglietti si possono acquistare online con due mesi di anticipo e prima si comprano, più si risparmia; il prezzo dei treni regionali, invece, non cambia e i biglietti non possono essere acquistati online).

I treni per Sintra sono molto frequenti e impiegano circa 40 minuti per arrivare a destinazione; al nostro arrivo Frederico era già in stazione ad aspettarci.

Quinta da Regaleira

Per prima cosa abbiamo visitato la Quinta da Regaleira, unico sito a non fare parte del parco vero e proprio per il quale potete fare un biglietto cumulativo, includendo tutti i siti che desiderate visitare (soluzione preferibile rispetto all’acquisto dei biglietti di volta in volta alle singole biglietterie).

La Quinta è una perla. Abbiamo passato qualche ora all’interno e vi assicuriamo che ne vale davvero la pena. La tenuta è meravigliosa, piena di labirinti e di angoli che attireranno la vostra attenzione: probabilmente non vorrete più andarvene. Un consiglio generale che ci sentiamo di dare è di fare attenzione alle temperature: anche se a Lisbona trovate caldo, Sintra gode di un clima fresco anche d’estate: meglio portare con voi una felpa.

Monserrate

Sempre circondati dal verde, abbiamo raggiunto il primo sito del parco dove abbiamo acquistato tutti i biglietti: il Palazzo di Monserrate. Lo troverete in cima alla nostra classifica dei siti da non perdere seguito (ma è quasi un ex aequo) dalla Quinta. La grande attrazione del parco di Sintra è certamente il Palazzo da Pena, ma, a nostro parere, se proprio foste costretti a scegliere, i primi due siti sono incantevoli e valgono da soli l’andata a Sintra. Monserrate, con la sua architettura araba e i bellissimi giardini è stata una scoperta eccezionale.

Proseguendo verso Cabo da Roca, il punto più a ovest d’Europa, abbiamo fatto tappa in un grazioso ristorante di pesce sulla strada. Dopo la sosta al mare abbiamo visitato il Convento dei Cappuccini, sito interessante ma forse non imperdibile se avete poco tempo a disposizione, consigliassimo invece se volete godere di un po’ di calma (è probabilmente uno dei meno affollati, noi lo abbiamo trovato semi-deserto).

Palazzo da Pena

Sulla nostra lista delle cose da vedere c’era ancora solo il Palazzo da Pena, che abbiamo raggiunto fermandoci lungo una serie di punti panoramici molto belli e, grazie a Frederico, abbiamo potuto ammirare anche (dall’esterno, per visitarlo internamente è necessario pagare un biglietto specifico) lo Chalet della contessa Edla (definirlo fiabesco è dire poco) e i giardini circostanti. Il parco del Palazzo da Pena è enorme, dunque se non disponete di un’auto sarà abbastanza difficile spostarvi da una parte all’altra.

Chiaramente, non tutti i punti sono raggiungibili nemmeno con la macchina. Il parcheggio del Palazzo da Pena è abbastanza lontano dal suo ingresso e per raggiungerlo dovrete fare un po’ di strada in salita. Si tratta di un bellissimo percorso panoramico, immerso nel verde. Bello, quanto impegnativo. Nel 2012 lo avevo fatto a piedi, questa volta,  provati da un’intensa giornata, abbiamo deciso di usufruire del servizio di navetta per il quale si paga un biglietto extra (le navette partono ad orari stabiliti e non con una frequenza impeccabile, motivo per cui sono tendenzialmente molto affollate, ma quanto vedrete la salita probabilmente troverete la pazienza necessaria ad aspettare).

Palazzo da Pena è una meraviglia, soprattutto all’esterno. Durante la visita si gode di un panorama mozzafiato dalle bellissime terrazze che circondano il palazzo. La nostra ultima tappa è stata Sintra città, dove abbiamo optato per una piccola passeggiata del centro.

Che altro?

Nel precedente viaggio avevo visitato anche il Castello dei Mori, certamente bello e interessante, ma forse un po’ più “debole” rispetto alle possibili alternative. In ogni caso, vi suggeriamo di caricare per bene le batterie perché la giornata sarà sicuramente impegnativa, qualunque percorso decidiate di fare.

La soluzione per quale abbiamo optato è stata molto soddisfacente, per diverse ragioni: avere una macchina a noleggio sarebbe stato più impegnativo perché avremmo dovuto pensare ogni volta anche al parcheggio, non sempre agevole; abbiamo beneficiato della gentilezza e della professionalità di Frederico che ci ha dato moltissime indicazioni utili, proponendoci fermate extra, come quella ai giardini del giardino del Palacio de Seteais, anche solo per godere del panorama (un grande vantaggio); in ogni tappa abbiamo comunque deciso noi quanto tempo sostare. Per l’escursione abbiamo speso 35 euro a persona, biglietti esclusi.

Da non perdere

1. Monserrate

Una delle cose più belle e sontuose che potrete vedere a Sintra. Servirebbe una giornata intera solo per visitare i bellissimi giardini! Map

2. Quinta da Regaleira

Una bellissima tenuta estiva piena di fascino, nascondigli e passaggi segreti! Map

3. Palacio da Pena

Quando si parla di Sintra è probabilmente la prima cosa a cui si pensa. Un perfetto scenario da fiaba! Map

Ultimi post

Lasciati ispirare, dai un’occhiata ai nostri aggiornamenti

Sua maestà la Francesinha

La francesinha è un piatto assurdo. Ed è forse in questa assurdità che risiede il suo fascino seduttivo. A guardarla è difficile capire di cosa questa vera e propria bomba sia fatta. Si tratta di un pasticcio

Cartoline dal Portogallo

Il racconto fotografico dei nostri viaggi in Portogallo con tappe a Lisbona, Sintra, Cabo da Roca, Porto per il Nos Primavera Sound e Braga. Quale sarà la prossima meta in questo bellissimo paese che ci ha rubato il cuore?

Braga

Durata del soggiorno: 4 giorni, 3 notti (+1 notte a Porto); budget: 260 € a testa. L’occasione di andare a Braga è capitata per ragioni di lavoro, ma ovviamente abbiamo avuto il tempo di farci un’idea molto chiara di cosa vedere in questa graziosa cittadina del Nord

Non perdere neanche un istante!

Seguici sui nostri canali Facebook, Instagram e Youtube per non perdere neanche un post, un video o una foto dei nostri viaggi!

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This